Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Rassegna “ Musica nelle notti d’estate”

 14 07 2017    |     Evento dal 14 07 2017  al 31 08 2017

Tematiche: Cultura e spettacolo Vita di città    |    Io sono: Cittadino

Venerdì 14 luglio alle ore 21, l’Ente  Concerti “Alba Pani Passino” inaugurerà la Rassegna “Musica nelle notti d’estate” inserita nell'ambito 43ª Stagione Concertistica 2017, pressoil Giardino del Museo Diocesano Arborense.

Il cartellone dei sei appuntamenti estivi, come consuetudine dell’Ente, vedrà la partecipazione di talenti di levatura internazionale, con la partecipazione straordinaria del basso G. Wojtek in collaborazione con i corsi “Bosantica” e la formazione composta dai docenti degli "Incontri di Musica di S. Antioco", mantenendo sempre con un occhio di riguardo agli artisti sardi con quattro formazioni isolane.

La Rassegna è organizzata dall’ Ente Concerti “Alba Pani Passino" con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, del Ministero per i Beni e le Attività culturali e Turismo, della Fondazione di Sardegna e la collaborazione del Museo Diocesano Arborense.

 

1. GARDEN OF LOTUS

Venerdì 14 luglio ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense, ORISTANO

Irene Loche, giovane chitarrista, cantante e compositrice originaria di Oristano, si presenta a Nureci col suo blues acustico nel quale il folk e il soul si incontrano. Già parte del trio blues Sunsweet Blues Revenge, formazione isolana che ha calcato importanti palcoscenici della scena nazionale e che, alla prima edizione del Zuradili Blues Contest, ottenne lusinghieri riconoscimenti, Irene Loche assieme al basso di Gian Luca Canu, già esecutrice raffinata di brani della trazione blues rivisitati, sviscerati e stravolti con un sound del tutto nuovo, si proporrà con un progetto solista caratterizzato da accordature aperte e ritmi lontani che diverranno protagonisti.

 

2. Concerto straordinario del basso Gierlach Wojtek al pianoforte Luca Virgilio

Mercoledì 26 luglio ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense

Gierlach Wojtek ha ricevuto i seguenti premi in concorsi vocali internazionali: Ada Sari (1999 - 1 ° posto); Bilbao (2000 - 2 ° posto); il premio principale del Premio Caruso (Milano 2001); e il Francesco Viñas a Barcellona (2004 - 3 ° posto). I suoi impegni più recenti includono Melisso Alcina con The English Concert sotto la direzione di Harry Bicket al fianco di Joyce Di Donato alla New York Carnegie Hall, Parigi Theatre des Champs Elysées e Theater an der Wien. Recentemente ha anche interpretato il ruolo di Sir Giorgio ne I Puritani a Cardiff Welsh National Opera sotto Carlo Rizzi. Le sue interpretazioni includono Don Basilio nel Il Barbiere di Siviglia con la Deutsche Oper di Berlino, Assur nella Semiramide al Royal Danish Opera, Oroveso nella Norma con il Teatro Nazionale di São Carlos di Lisbona, Mustafa ne L'Italiana in Algeri a Minnesota Opera, Aliodoro ne La Cenerentola con il Festival d'Aix-en -Provence, Melisso con Opera National de Bordeaux, Orbazzano nel Tancredi con il Teatro Maestranza di Siviglia, Don Giovanni e Leporello con Nico Opera Città del Capo e Conte Rodolfo ne La Sonnambula a San Gallo. Nella Polish National Opera di Varsavia ha anche ricoperto il ruolo di Colline nella Boheme, Figaro ne Le Nozze di Figaro, Raimondo nella Lucia di Lammermoor, Duca Alfonso nella Lucrezia Borgia, Escamillo nella Carmen e Gessler nel Guglielmo Tell.Il suo repertorio spazia anche nel Sinfonico Corale cantando il Saul e l’Elias condotti da Helmuth Rilling presso la Filarmonica di Varsavia, la Missa Solemnis di Beethoven alla Konzerthaus di Berlino sotto Helmuth Rilling ancora una volta, il Magnificat di Bach diretto da Mireia Barera all’Auditorio Nacional de Madrid, la Sinfonia n ° 9 di Beethoven con Belfast Ulster Orchestra diretta da David Stern, Stabat Mater di Rossini con la Orquesta del Principato delle Asturie con Alberto Zedda come direttore, il Dies Irae di Penderecki con Simon Bolivar Orchestra a Caracas e sette porte di Gerusalemme con la Radio nazionale polacca Symphony Orchestra di Katowice sotto la direzione del compositore. Wojtek Gierlach registrato Mose in Egitto e La Donna del Lago di Rossini e Meyerbeer di Semiramide sotto Richard Bonynge per NAXOS. Per la IBERATOUR ha inciso Il dissoluto punito da Ramón Carnicer diretta da Alberto Zedda. Le sue altre registrazioni includono Medea di G.S. Mayr a Corinto (Oehms), di Luigi Mosca L'Italiana in Algeri (Bongiovanni), Lodoïska di Cherubini e Euryanthe da Weber condotta da Łukasz Borowicz per l'etichetta RADIO POLSKIE e recentemente Guglielmo Tell sotto Michele Mariotti per la Deutche Grammophone I suoi impegni futuri includono Talbot Maria Stuarda al Polish National Opera, Alidoro Cenerentola al Danish National Opera e Sacerdote Lady Macbeth di Mtsensk alla Royal Opera House - Covent Garden.

Luca Virgilio nato a Sassari, ha iniziato gli studi musicali presso il Conservatorio della sua città. Si è diplomato brillantemente in pianoforte presso il Conservatorio "G.P. da Palestrina" di Cagliari nel 1991 sotto la guida del M° M. Barboro. Si è perfezionato a Roma col M° Alessandro Drago e a Varsavia, presso l' Accademia "F. Chopin", col M° Andrzej Dutkiewicz. Rilevanti anche le Masterclass, i corsi di perfezionamento e gli incontri con autorevoli musicisti: A. Ciccolini, C.M. Giulini, S. Celibidache, L. Lanfranchi, F. Di Cesare, S. Radu, K. von Abel, Quartetto d'archi "Rimkij Korsakoff" di San Pietroburgo, F. Zadra, G. Baffero. Nel 1996 ha vinto una Borsa di studio offerta dal governo polacco per il tramite del Ministero degli Esteri italiano e ha frequentato un Corso triennale di alto perfezionamento presso l'Accademia Musicale "F. Chopin" di Varsavia conseguendo il Diploma. In questo periodo ha collaborato con l'Ambasciata Italiana, l'Istituto di Cultura della Repubblica Slovacca della città e con il College of Europe di Natolin ed ha suonato nel prestigioso Palac Natolin alla presenza di S.E. l'Ambasciatore d'Italia in Polonia; ha ricoperto la carica di Presidente del Club degli Studenti Stranieri (Cina, Giappone, Korea del Sud, Messico, Stati Uniti, Cile, Brasile, Europa) organizzando numerosi concerti in tutta la Polonia e per questo impegno ha ricevuto una attestazione ufficiale da parte del Rettore dell'Accademia "F. Chopin". Oltre a questo ha instaurato rapporti di collaborazione e di amicizia con insigni musicisti polacchi e di altre nazionalità con cui ha in atto interscambi culturali. Svolge attività concertistica da solista, in duo con la flautisti Jana Bitti e in diverse formazioni da camera, anche con clavicembalo e organo, proponendo spesso repertori di raro ascolto. Si occupa, inoltre, dello studio e della valorizzazione del grande patrimonio della musica tradizionale sarda e della musica scritta da compositori sardi. Ha realizzato per il gruppo Kentu Kordas (voce, flauto, arpa e pianoforte) di cui fa parte, adattamenti e trascrizioni. Nel Maggio del 2003 col gruppo Kentu Kordas ha partecipato e vinto, nella categoria gruppi strumentali, il Primo Premio Assoluto al EUROFOLK 2003, festival internazionale che si svolge ogni anno a Veliko Tarnovo, antica capitale della Bulgaria. Sempre con lo stesso gruppo ha suonato in prestigiose sale della Bulgaria (Sala Bulgaria, Sofia; Museo Etnografico, Plovdiv; Museo Etnografico, Veliko Tarnovo), della Polonia (Sala Koncertowa, Varsavia) e della Spagna (Teatro Real Coliseo de Carlos III, San Lorenzo de El Escorial-Madrid). Nel Febbraio 2007 è stato presentato il CD Kentu Kordas che raccoglie le trascrizioni e le musiche sarde proposte in questi ultimi anni dal quartetto. Nel gennaio 2007 ha suonato in Cina presso l’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai sia da solista che in duo col famoso baritono cinese Zhang Fang. Sempre nel 2007 ha tenuto con lo stesso artista, in Agosto, un concerto inserito nel festival BOS’ART in Sardegna e in Dicembre, concerti a Roma (commemorazione del filosofo Lucio Colletti), a Sassari e a Iglesias. Ha registrato per network televisivi in Italia (RAI international) e all'estero

 

3. Trio Nues: Federica Vanacore Paco Martucci, Martino Vacca

Sabato 29 luglio ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense, ORISTANO

I "Nues", le nuvole, propongono un repertorio vario che abbraccia il mondo del Jazz, del Pop, del Soul e del Blues, italiano e internazionale, attraversando diverse epoche, dagli anni '20 ai nostri giorni. Il tutto riarrangiato in chiave personale e fortemente contaminato dalle sonorità della tradizione isolana.

 

4. Agherà Quartet 

Domenica 13 agosto ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense, ORISTANO

Andrea Granitzio  pianoforte

Emanuele Contis sax

Sandro Fontoni contrabbasso

Daniele Russo batteria.

Aghera è tra le più interessanti proposte apparse di recente sulla scena jazzistica sarda. Un ensemble tutto affiatamento e interazione, fantasia e intuizione: Emanuele Conti al sax, Andrea Granitzio al pianoforte, Pierluigi Manca al contrabbasso e, alla batteria, Daniele Russo. Il nome che si sono dati, Àghera, nell’antico dialetto sardo significa aria. Parola da associare in libertà, come entro un arabesco di suoni. Il quartetto, attivo dal 2005 ha firmato il suo disco d'esordio nel 2007, un lavoro ricco di intensità emotiva, etereo e intimista, ma dal temperamento appassionato in cui l’eleganza strumentale evoca immagini e sensazioni. La fantasia e la passione costruttiva hanno dunque un largo margine di applicazione lavorando sul ritmo, sul timbro, sulle variazioni tematiche. Un sound originale che non nasconde l’inclinazione alla melodia e, come in un quadro impressionistico, rivela una grande efficacia comunicativa. Così, fin dalle prime battute, la musica del quartetto si trasforma in suggestione, visione, sogno, narrazione. Ma non perde mai di vista l’immediatezza e il gioco, lasciando trasparire una vena disinvolta e vivace che esprime sensualità, leggerezza e facilità d’ascolto. Sforzandosi di cogliere le coincidenze, quasi onomatopeiche, tra il movimento della loro musica e quello dell’aria, gli Àghera sono riusciti ad organizzare i suoni in una nuova geografia sonora, dilatandone i confini convenzionali in modi mutevoli e mediante combinazioni sempre nuove.

 

5. Quintetto vocale  Kor Vocalensemble

Venerdì 18 agosto ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense, ORISTANO

Alice Madeddu

Barbara Crisponi

Caterina D'Angelo

Alessandro Porcu

Manuel Cossu

"A classical crossover": cinque cantanti-pianisti, opera, musical e celebri melodie italiane, questo è KOR. Completa il tutto uno spettacolo coinvolgente, arricchito dalla versatilità vocale di ciascuno dei componenti e dalla cura degli arrangiamenti originali. Il bagaglio musicale del gruppo è valorizzato da importanti esperienze solistiche, in Italia e all'estero, maturato in diversi ambiti artistici da ognuno dei cinque cantanti.

Il gruppo ha al suo attivo collaborazioni artistiche di spicco, come quella col M° Mario Brunello, e la partecipazione a festival corali, nazionali e internazionali, in cui ha ottenuto importanti riconoscimenti da parte del pubblico e della critica. Il repertorio spazia dalla polifonia al "contemporary a cappella", passando per lo swing anni '30, l'opera, melodie popolari per lo più tramite arrangiamenti e composizioni originali degli stessi componenti del coro.

Programma:

W. A. Mozart arr. K. Ernst/M. Thurig Eine Kleine Nachtmusik

M. Cossu Nel blu dipinto di blu D. Modugno arr.

David Blackwell Blue moon Richard Rogers/arr.

Alessandro Porcu Love's secret

P. Amico Besame mucho C. Velazquez/arr.

Antonio Costa, arr. Barbara Crisponi Badde lontana

Antonio Vivaldi Primavera - Allegro

Pino Pisano, arr. Alessandro Porcu Est una nott'e luna

Manuel Cossu Albore

Michele Josia In memoriam

Mario Panzeri, arr. Barbara Crisponi Maramao perché sei morto

A. Rabagliati, arr. Barbara Crisponi Baciami piccina

Canto tradizonale armeno arr. A. Porcu Dle Yaman

Mario Panzeri, arr. Manuel Cossu Pippo non lo sa

Arr. Manuel Cossu Opera Medley

 

6. Ensemble Incontri Musicali di S. Antioco: Concerto dei Docenti dei corsi.

Giovedì 31 agosto ore 21.00 – Giardino del Museo Diocesano Arborense, ORISTANO

Antonio Amenduni (flauto)

Christian Chivu (violino)

Dimitri Mattu (viola)

Oscar Piastrelloni (violoncello

Prestigiosa collaborazione con gli "Incontri di Musica di S. Antioco" arrivati ormai alla decima edizione e che rappresentano un appuntamento di prestigio per la nostra realtà culturale, ospitando sempre docenti, interpreti e musicisti di fama internazionale. Proprio quest' aspetto ci porta a proporre un ensemble frutto di questi incontri,  con la presenza tra gli altri del flautista Antonio Amenduni che ha al suo attivo una carriera Internazionale.

Programma:

Mozart  e Donizetti 

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014