Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Lettura spettacolo Schegge di Napoli

 19 07 2016    |     Evento dal 19 07 2016  al 19 07 2016

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino

In collaborazione con la Libreria Mondadori di Oristano, martedì 19 luglio alle 21.30 il Museo Archeologico Antiquarium Arborense ospiterà la lettura spettacolo dello scrittore Andrej Longo dal titolo "Schegge di Napoli", durante la quale lo stesso autore presenterà il libro"L'altra madre", edito da Adelphi.

"Con la sua scrittura spigolosa e incalzante che riesce, è stato scritto, a riattivare ciò che giace inerte nel linguaggio collettivo e privato, Andrej Longo ci racconta una certa Napoli e gli uomini e le donne che la abitano: protervi e feriti, crudeli e generosi".

Introdurrà la serata Anna Maria Capraro.

La presentazione, che fa parte del ciclo di eventi per Shopping sotto le stelle, avrà luogo nel giardino dell'Antiquarium Arborense in piazza Corrias. Ingresso libero.

Andrej Longo
È nato a Ischia e vive a Roma. Con Adelphi ha pubblicato nel 2007 Dieci, che ha vinto il premio Bagutta, il Premio Chiara e il Premio Bergamo, nel 2009 Chi ha ucciso Sarah? E nel 2011 Lu campu di girasoli.

L’ALTRA MADRE, ADELPHI 2016
Genny ha sedici anni e lavora in un bar dalle parti di via Toledo; gli piace giocare a pallone e fare il buffone sul motorino. Perché, dicono gli amici, come lo porta lui, il mezzo, non lo porta nessuno. Tania di anni ne ha quindici, va ancora a scuola e dorme in una stanza che «tiene il soffitto pittato di stelle»; le piacciono le scarpe da ginnastica rosa e i bastoncini di merluzzo. La madre di Genny «ha quarant'anni, forse pure qualcuno in meno, ma il viso è segnato da certe occhiaie scure che la fanno sembrare più vecchia»; passa le giornate a fare gli orli ai jeans: venti orli ottanta euro; ogni tanto si interrompe, prende le carte e fa i tarocchi; e ogni tanto, quando non riesce a respirare, si attacca all'ossigeno. La madre di Tania fa la poliziotta, ha un corpo asciutto, muscoloso, e vicino all'ombelico «la cicatrice tonda di quando l'hanno sparata»; ed è una che se qualcosa va storto non esita a tirare fuori la pistola. Un sabato pomeriggio, in una strada del Vomero, le vite di Genny e di Tania si incrociano in modo tragico: e una madre decide di fare giustizia. A modo suo. Come già in Dieci, con quella scrittura spigolosa e incalzante che riesce, è stato scritto, «a riattivare ciò che giace inerte nel linguaggio collettivo e privato», Andrej Longo ci racconta una certa Napoli, e gli uomini e le donne che la abitano: protervi e feriti, crudeli e generosi.

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014