Logo del Comune di Oristano

Comune di Oristano - sito web ufficiale

Sezioni principali del sito e Elenco Siti Tematici

Menu principale

Domenica in concerto con Elena e Andrea Schirru

 20 11 2016    |     Evento dal 20 11 2016  al 20 11 2016

Tematiche: Cultura e spettacolo    |    Io sono: Cittadino

Domenica 20 novembre, alle 19, per l’ottavo appuntamento della Rassegna “Domenica in concerto”, presso la Sala “S.Pio X” del Museo Diocesano Arborense, si esibirà il duo composto dai fratelli Schirru: Elena (soprano) e Andrea (pianoforte) che proporranno un concerto dedicato alla musica vocale di  Mozart, con lieder, arie d’opera e arie da concerto.

La Rassegna, inserita nell'ambito 42ª Stagione Concertistica 2016 è organizzata dall’Ente Concerti “Alba Pani Passino con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, del Ministero per i Beni e le Attività culturali e Turismo, della Fondazione di Sardegna e la collaborazione del Museo Diocesano Arborense.

Biglietti:

Prezzo dei biglietti:  Intero: € 5,00 -  Ridotto soci € 3,00 - Ridotto studenti € 1,00

Botteghino  il giorno dello spettacolo un’ora prima del concerto

Info: Ente Concerti Alba Pani Passino, Via Ciutadella de Menorca, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 - 13.00 e dalle ore 15.30 – 19.30
Tel. 0783.303966 cell. 339/8348608
Mail: enteconcertioristano@gmail.com
Facebook: Ente Concerti Oristano

 

Dopo un’ infanzia ricca di ascolti, lo studio della musica a livello accademico comincia alle scuole medie per entrambi i fratelli. Elena, la più grande, canta dalla più tenera età, si innamora della voce di Ella Fitzgerald, alle scuole medie a indirizzo musicale decide di studiare chitarra e collabora con un progetto di musica rap.Andrea al momento dell’ iscrizione alle medie decide di studiare pianoforte con una volontà molto forte, e si rivela il più stabile dei due nella scelta di studiare musica. Sarà proprio Andrea infatti, il più giovane dei due, a coinvolgere la sorella nelle prime sperimentazioni di improvvisazione radicale, funk, jazz dalle scuole medie ai primi anni delle scuole superiori. Andrea deciderà di continuare lo studio accademico al Conservatorio durante le superiori. Elena dopo il diploma partirà a Londra e al suo ritorno sarà nuovamente coinvolta nel gruppo “Chemical Marriage” fondato da Andrea e Giacomo Salis, un caro amico percussionista. Sarà di nuovo Andrea a proporre alla sorella di studiare canto lirico e da lì anche lei intraprenderà un percorso suo fatto di diverse collaborazioni. Andrea comincerà a suonare come tastierista in diverse band, Elena si dedicherà soprattutto alla musica classica. Il duo rimane sempre attivo, nel 2013/2014 si dedica agli standard jazz. Nel 2013 i due fratelli insieme a Michela Mura e Daniela Puggioni, creano il trio vocale ispirato agli anni ’40, ’50, ’60 “The longuettes”. Attualmente come duo Andrea e Elena si dedicano attualmente soprattutto alla Liederistica tedesca, con qualche incursione fra le canzoni dei musical di Gershwin e altri autori americani, poi divenute Standard jazz, sempre molto amate da entrambi.

Elena Schirru, amante del canto e della musica sin dall’ infanzia, dopo un percorso che la porta a sperimentare fra la musica rap, jazz, rock in diversi gruppi, spesso coinvolta dal fratello Andrea Schirru, decide all’ età di 22 anni di iscriversi al Conservatorio dove, sotto la guida di Elisabetta Scano, il 27 febbraio 2015, in canto lirico come soprano lirico leggero con il massimo dei voti. Durante il Conservatorio collabora con il Dipartimento di Strumenti Antichi come solista in diverse occasioni (“Jephte” di Carissimi eseguito nel 2013, “Stabat Mater” di Pergolesi nel 2013 e 2014…). Questo grazie ai suggerimenti del Maestro Riccardo Leone, suo insegnante di musica da camera. Grazie al Maestro Leone, Elena si avvicinerà anche allo studio della Liederistica e della Musica Contemporanea (“Khoom” di Giacinto Scelsi eseguito nel maggio 2014). Studia attualmente Musica Contemporanea con la famosa Michiko Hirayama. La collaborazione con il fratello Andrea Schirru nel periodo del Conservatorio sfocia nella creazione di un duo inizialmente jazz, che poi si dedicherà soprattutto allo studio della Liederistica dal 2014 fino a oggi; nel 2013 viene creato con Michela Mura e Daniela Puggioni il trio vocale “The Longuettes” accompagnato alla tastiera da Andrea, ispirato agli anni ’40,’50, ’60. Per quanto riguarda l’ opera collabora dal 2013 con  il baritono Roberto Lecis e il pianista Claudio Mosca per la creazione di spettacoli teatrali incentrati sulle più famose arie e duetti del Belcanto italiano. Studia ancora oggi con Elisabetta Scano e ha partecipato a diverse Masterclass con artisti di fama internazionale (Luciana Serra, Peggy Bouveret, Gloria Banditelli).

Andrea Schirru inizia lo studio del pianoforte all'età di 11 anni nell’ambito delle scuole medie ad indirizzo musicale di San Sperate seguito inizialmente da Valerio Carta e Francesca Giangrandi e successivamente, una volta ammesso in pianoforte classico al Conservatorio di Cagliari, da Stefano Figliola e Francesca Carta per poi terminare il proprio percorso con Angela Tangianu, con la quale nel 2015 si diploma; attualmente é iscritto al I anno del Biennio di Clavicembalo e Tastiere Storiche al Conservatorio di Cagliari sotto la guida di Fernando De Luca e insegna Pianoforte e Teoria e Solfeggio alla NAMM di Cagliari e Storia della Musica al Liceo Musicale “Benvenuto Cellini” di Pirri. Parallelamente alla sua carriera scolastica ha sempre affiancato un’intensa attività live e in studio di registrazione come pianista e tastierista (solista, leader o co-leadear, collaboratore e turnista) in diversi complessi e band musicali locali spaziando fra i generi più disparati (dall'improvvisazione radicale, al jazz, soul, blues, hip hop, fino al lounge, la musica cinematografica [soprattutto quella italiana del biennio 60-70], il rock, pop, ska e reggae). Si possono citare fra i progetti più attivi come co-leader “Andrea & Elena Schirru DUO” (classica),“Schirru-Mameli-Murtas Trio” (jazz), “The DancefloorStompers” (soul, funk, cinematic) e come collaboratore fisso “Chiara Effe” (cantautorale), “Loungedelica” (lounge, pop). Si trova a suo agio negli ambienti accademici come in quelli più informali preferendo soffermarsi più sul contenuto che sull’etichetta, cercando di esaltare, nei progetti musicali di cui cura la parziale o totale direzione artistica, gli aspetti più puri della musica nell'ottica di una comunicativa il più possibile estroversa rifuggendo la banalità.

 

Programma

- Lied “Ridente la calma” K. 152

- Lied “Oiseaux si tous les ans” K. 307

- Lied “Als Luise die Briefe ihres ungetreuen Liebhabers verbrannte” K. 520

- Aria “Voi che sapete” dall’ opera “Le nozze di Figaro” K. 492

- Recit. e aria “A questo seno deh vieni… Or che il cielo a me ti rende” K. 374

- Recit. e aria “O zittre nicht” dall’ opera “Die Zauberflote K. 620

- Recit. e aria “Ch’io mi scordi te” K. 505 

- Recit. e aria “Deh vieni, non tardar” dall’ opera “Le nozze di Figaro” K. 492

- Recit. e aria “Basta, vincesti… Ah, non lasciarmi, no” K486 

Home  |   Contatti  |   Mappa  |   Link consigliati  |   RSS  |   Area riservata  |   Note legali  |   Privacy  |   Credits                  ConsulMedia 2014